(+39) 3934091729 info@dumacanduma.org

Login

Registrati

Crea il tuo account per prenotare le tue attività e interagire sul sito
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Codice fiscale*
Data di nascita*
Email*
Cellulare*
Nazionalità*
Indirizzo*
Acconsento al trattamento dei dati personali secondo la informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 D.lgs. 196/2003) (art. 13 GDPR 679/2016)
Per favore, accetta i termini e le condizioni per inviare il tuo messaggio.

Hai già un account?

Login

Trekking all’ombra del Gran Sasso, Abruzzo

(5 opinioni)
COMPLETO
Quota 870€
ISCRIVITI
CHIEDI INFO
Nome e cognome*
Indirizzo email*
Chiedi informazioni*
Acconsento al trattamento dei dati personali secondo l'informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 D.lgs. 196/2003) (art. 13 GDPR 679/2016)
Per favore, accetta i termini e le condizioni per inviare il tuo messaggio.
Evento già passato!

Iscriviti

Aggiungi alla Lista dei Desideri

Per aggiungere un tour alla Lista dei Desideri devi creare un account

12330

Trekking Organizzati: il calendario 2024!

Trekking Organizzati in Italia e nel Mondo

Iscriviti alla Newsletter!

Trekking all’ombra del Gran Sasso, Abruzzo

(5 opinioni)
  • 17-24 giugno 20248 giorni / 7 notti
  • Parco del Gran SassoAbruzzo
  • Max 12 personeconfermabile con 8 pax
  • Tipo di viaggiominivan + stanziale
  • Trasporto bagaglionon necessario
  • Difficoltà3 piedini

Trekking nel Parco Nazionale del Gran Sasso

Il Gran Sasso è la montagna simbolo dell’Abruzzo e le sue vette, le più alte dell’Appennino, fanno parte del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, uno dei tre parchi nazionali presenti in Abruzzo ed una delle riserve naturali protette più grandi d’Italia. Grazie alla sua posizione geografica e alla varietà dei paesaggi, la ricchezza dal punto di vista sia floreale che faunistico è davvero sorprendente.

Gli aspetti naturalistici di questo paesaggio antico che affonda le sue radici nel periodo italico, però, non rappresentano l’unica bellezza di questi luoghi in cui uomo e natura hanno vissuto da sempre in un perfetto connubio.

Escursioni Gran Sasso, tra montagne, canyon, praterie, laghi, fiumi e grotte.
Ma anche borghi fortificati, castellipaesi dalle particolarità architettoniche uniche, tradizioni culturali, enogastronomiche e folkloristiche, fanno di questo trekking all’ombra del Gran Sasso uno di quelli che vi entrerà per sempre nel cuore.

(Photo credit Matteo Leoni)

Perché non perdere questo viaggio

Quante volte abbiamo sentito la frase “Solo questo vale tutto il viaggio“? Noi ti diamo ben più di un motivo per preparare lo zaino e venire con noi:

  • Santo Stefano di Sessanio e Rocca Calascio
  • Campo Imperatore e Campo Pericoli
  • la canoa sul Tirino
  • il Canyon dello Scoppaturo
  • la grotta di Stiffe
  • il Cammino delle Terre Mutate con arrivo a l'Aquila

Foto di viaggio

Quota: 870€ (*) a persona

Possibilità di viaggio condiviso in minivan da Torino per piccoli gruppi da 6 a 8 persone.

(*) Supplemento 6-7 partecipanti
55€
La quota include:
  • guida ambientale escursionistica per tutta la durata del viaggio
  • servizio di segreteria ed iscrizione al viaggio
  • trattamento di mezza pensione in appartamenti uso doppia/tripla/quadrupla (con 2 stanze separate)
  • tutte le colazioni e tutte le cene con antipasti, primo o secondo, dolce, vino, acqua e caffè
  • assicurazione medico/bagaglio (vedi set informativo)
La quota non include:

Programma giorno per giorno

GIORNO 1: arrivo a Santo Stefano di Sessanio

Arrivo a Santo Stefano di Sessanio, uno dei Borghi più belli d’Italia e uno tra i più suggestivi del Parco del Gran Sasso e Monti della Laga.

L’armonia degli elementi architettonici ne fanno un vero e proprio cammeo incastonato tra i monti.
La sua vicinanza con l’altipiano di Campo Imperatore, invece, lo rende il luogo ideale di partenza per molte escursioni.

Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

GIORNO 2: l'anello di Rocca Calascio

Al margine dell’altopiano di Campo Imperatore sorgono, oltre a Santo Stefano di Sessanio, numerosi borghi fortificati (“ricetti”). Tra questi, simbolo della zona, è Rocca Calascio, meta della nostra escursione. Fondata intorno al Mille, arricchita nel Cinquecento con quattro torri cilindriche e affiancata da un borgo in via di recupero è una delle attrattive più famose di tutta la regione. Qui sono state girate scene di film famosi come Ladyhawke, La Piovra, Il nome della Rosa e The American.

Il borgo e il castello, inserito tra i 15 più belli al mondo dal National Geographic, offrono un vastissimo panorama sui paesaggi circostanti.

Al rientro a Santo Stefano di Sessanio, dedichiamo un po’ di tempo libero alla scoperta della sua storia e delle sue tradizioni locali legate alla produzione dei saponi naturali e alla filatura della lana, tornati oggi fiorenti come una volta.

Il percorso si svolge ad anello.

GIORNO 3: la panoramica cresta del Monte Faiete

Dopo la colazione ci dirigiamo con le auto verso la zona di Campo Imperatore (descritto dal noto alpinista Fosco Maraini come il “Piccolo Tibet”) e più precisamente verso il Valico di Monte Cristo.

Da qui inizia la nostra escursione che, per verdissimi prati, sale gradualmente verso il Monte Faiete (1915 m) e ne percorre per intero la bellissima e panoramica cresta fino a scendere ai resti della grangia di Santa Maria del Monte di Paganica (fondata dai monaci dell’ordine dei Cistercensi tra il 1222 e il 1303) dove ci fermeremo per il pranzo al sacco. Dalla cresta è possibile godere di una splendida vista sul Monte Camicia e le altre cime del gruppo del Gran Sasso.

Il rientro si svolge attraversando un lungo pianoro che tocca il lago Passaneta e il lago Barisciano: angoli di paradiso del verdissimo Abruzzo. 

Rientro a Santo Stefano di Sessanio.

Dislivello discesa: 356 m

GIORNO 4: il Canyon dello Scoppaturo da Castel del Monte

Il Canyon dello Scoppaturo o della Valianara, dal nome della grotta che si incontra lungo il percorso, si sviluppa sotto il monte Bolza ed è senza dubbio uno dei luoghi più affascinanti dell’altopiano carsico di Campo Imperatore.

Un ambiente primitivoarido e desertico che con le sue alte pareti rocciose dalle forme suggestive è stato lo scenario di numerosi film tra cui il leggendario spaghetti western “Continuavano a chiamarlo Trinità”.

Il nostro itinerario ad anello parte ed Sto arriva a Castel del Monte, capitale dei pastori e uno dei Borghi più belli d’Italia, centro fortificato incastonato tra le montagne.

Visita libera a Castel del Monte e rientro a Santo Stefano di Sessanio.

Dislivello discesa: 452 m

GIORNO 5: in canoa sul Tirino e le Grotte di Stiffe

Oggi facciamo riposare un po’ le gambe ma continuiamo a riempire gli occhi di grande bellezza.

Ci trasferiamo a Capestrano per un’esperienza in canoa adatta a tutti (circa 2 ore) lungo il fiume Tirino, uno dei corsi d’acqua più limpidi d’Europa.
A bordo di canoe da 3 persone, accompagnati da una guida locale, ci immergiamo nel tratto più trasparente e vicino alle sorgenti per scivolare in un territori ricco di natura ma anche storia e cultura.

Pranzo libero o possibilità di pranzo in ristorante a Capestrano e rientro a Santo Stefano di Sessanio.

Incontro con un’artigiana locale e/o breve escursione di circa 4 km fino al Belvedere delle Locce.

GIORNO 6: l'anello di Campo Pericoli da Campo Imperatore

Campo Pericoli è l’enorme anfiteatro del Corno Grande il cui ghiacciaio alimentava la val Maone. L’ambiente circostante è disseminato di doline e verdi vallette storicamente adibite a pascolo.

Oltre ad essere considerata una delle escursioni più emozionanti d’Abruzzo, l’anello di Campo Pericoli è uno splendido itinerario tra i rifugi storici del Gran Sasso: il rifugio Garibaldi (a quota 2231 m.), il più vecchio, costruito nel lontano 1886 e lo splendido rifugio Duca degli Abruzzi da cui è possibile godere di una vista meravigliosa su tutto l’entroterra abruzzese.

Si cammina sopra i 2000 m. di quota dove la vista spazia dal Gran Sasso d’Italia, al Pizzo Cefalone, al Monte Aquila, al Pizzo Intermesoli e a tutta la stupenda Val Maone.

Rientro a Santo Stefano di Sessanio.

GIORNO 7: le Grotte di Stiffe e l'Aquila

Dopo la colazione ci trasferiamo a l’Aquila, situata nella conca omonima e circondata dalle catene del Parco Regionale Sirente e del Velino da un lato e dalla catena del Gran Sasso d’Italia dall’altra, dove incontriamo la guida turistica che ci condurrà alla scoperta del capoluogo con una visita della città di circa 2 ore.

Pranzo libero a l’Aquila.

Nel primo pomeriggio proseguiamo verso San Demetrio Ne’ Vestini per visitare le grotte di Stiffe, una “risorgenza”, cioè il punto in cui un fiume torna alla luce dopo un tratto sotterraneo; nel caso di Stiffe questo punto è situato all’apice della forra che sovrasta il piccolo paese omonimo. La risorgenza di Stiffe è conosciuta da molti anni dagli abitanti del luogo, infatti esistono documenti che ne fanno risalire la conoscenza dei primi ambienti in tempi molto lontani. 

Rientro a Santo Stefano di Sessanio.

GIORNO 8: partenza da Santo Stefano di Sessanio

Dopo la colazione, saluti e arrivederci al prossimo viaggio!

La guida che camminerà con te
Gabriele Ferreri
Gabriele Ferreri

Suo figlio viaggerà molto” disse un giorno un’indovina a mia madre.

Non so se il viaggio facesse già parte del mio destino o se la cosa mi piacque a tal punto dal volerla realizzare ma tant’è che, dopo aver relegato la mia passione alle sole ferie aziendali, cammino per professione dal 2015 perché prima, come spesso si sente dire al giorno d’oggi, “facevo tutt’altro”!
Dalle quattro mura di un ufficio ad una stanza a cielo aperto, dalla città alla montagna, oggi accompagno le persone in esperienze di cammino con la convinzione che rappresentino vere e proprie esperienze di “vita in miniatura”.

Info e prenotazione viaggio

La direzione tecnica di questo trekking è affidata a Il Mondo in Valigia di C&D Viaggi sas – Via Caraglio, 6 – 10141 Torino – P.Iva 07585620011 – Aut. num 31580 del 25/02/2002 – Registro imprese CCIAA n.903970. Il Mondo in Valigia garantisce le tue vacanze con Fondo Vacanze Felici S.c.a.r.l. Iscrizione n.825.

5 opinioni
Ordina per:PunteggioData

Rossana F.

Camminatore/camminatrice individuale

Ho l’anima della giramondo ma solo di recente ho potuto sfogarmi. Grazie al passaparola ho individuato Duma C’Anduma e ci sto dando dentro perché a proposito di anime ci trovo sempre chi fa per me.

Combinazione fortunata? Senz’altro si anche se nulla è lasciato al caso ma studiato nei minimi particolari.

Il trekking all’ ombra del Gran Sasso mi ha completamente appagata, ho finalmente visto luoghi che da tanto sognavo di vedere. Lì ho respirato diversamente, a pieni polmoni, spazi immensi e salubri che mi hanno riempito gli occhi e la mente e il cuore.

Sono tornata con lo sguardo acceso, sognante. Ringrazio tanto Gabriele che ci ha guidati e i miei cari compagni di trekking.

Luglio 9, 2024

Laura G. e Graziano T.

Coppia

Prima esperienza di trekking con DUMA C’ANDUMA, anche se conoscevamo Gabriele già da tanti anni. Come già scritto non poteva esserci inizio migliore, Gabriele è una persona di piacevole compagnia, super competente, gentile, simpatico…insomma tutto!!! Il gruppo di “trekkers”, anche se non tutti ci si conosceva, è diventato subito un super gruppo affiatato. Le escursioni proposte da Gabriele sono state molto interessanti e piacevoli, non solo trekking ma anche altre attività (canoa su Tirino, visita alle grotte di Stiffe e visita con guida alla città dell’Aquila)

Luglio 4, 2024

Rosi C.

Camminatore/camminatrice individuale

È più di una settimana che sono rientrata dall’Abruzzo e ne sento già nostalgia.
Non avevo mai avuto occasione di visitarlo e ne sono stata piacevolmente sorpresa.

Un paesaggio selvaggio ma che ti dona serenità, non ti stanchi mai di ammirarlo: prati verdi a perdita d’occhio, qua e là animali al pascolo, alzi lo sguardo ed ecco le montagne da dove hai una vista incredibile.

Paesi che mi ricordano molto quello dei miei nonni: sanpietrini, vicoli con i larghi gradini e le fontane in mezzo alla piazza dove si attingeva l’acqua, la vita scorre lenta, semplice ma si percepisce la fatica per ritornare alla normalità.

L’accoglienza è perfetta, disponibili e pronti a risolvere qualsiasi necessità e il cibo ottimo è la giusta ricompensa al rientro della camminata .

Luglio 4, 2024

Silvana B.

Camminatore/camminatrice individuale

Il trekking del Gran Sasso resterà per sempre nei miei occhi e sul mio cuore!

Giugno 30, 2024

Federico S.

Camminatore/camminatrice individuale

Sono da poco rientrato da un trekking di una settimana con loro e non posso che consigliarli 😉 organizzazione perfetta, il nostro accompagnatore (Gabriele) sempre attento a soddisfare ogni nostra esigenza. Se siete interessati a fare i turisti in questa dimensione più “a passo d’uomo” avete solo da scegliere il viaggio (pardon, trekking) che più vi ispira!

Giugno 29, 2024
1 persone sono interessate a questo evento!