(+39) 3934091729 info@dumacanduma.org

Login

Registrati

Crea il tuo account per prenotare le tue attività e interagire sul sito
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Codice fiscale*
Data di nascita*
Email*
Cellulare*
Nazionalità*
Indirizzo*
Acconsento al trattamento dei dati personali secondo la informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 D.lgs. 196/2003) (art. 13 GDPR 679/2016)
Per favore, accetta i termini e le condizioni per inviare il tuo messaggio.

Hai già un account?

Login

Trekking in Liguria: la scalinata di Monesteroli

0
Viaggio 2024
Quota 75€
ISCRIVITI
CHIEDI INFO
Nome e cognome*
Indirizzo email*
Chiedi informazioni*
Acconsento al trattamento dei dati personali secondo l'informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 D.lgs. 196/2003) (art. 13 GDPR 679/2016)
Per favore, accetta i termini e le condizioni per inviare il tuo messaggio.
Gennaio 27, 2024
* Per favore seleziona tutti i campi richiesti per poter procedere con la prenotazione

Iscriviti

Aggiungi alla Lista dei Desideri

Per aggiungere un tour alla Lista dei Desideri devi creare un account

12603

Iscriviti alla Newsletter!

Da confermare entro il 15 dicembre 2023!

Questo viaggio deve essere confermato entro il 15 dicembre 2023, quindi prenota il tuo posto! Non ti verrà richiesta nessuna caparra o versamento finché non verrà raggiunto il numero di partecipanti.

Trekking in Liguria: la scalinata di Monesteroli

0
  • 27-28 gennaio 20242 giorni / 1 notti
  • MonesteroliLiguria
  • Max 15 persone confermabile con 8 pax
  • Tipo di viaggioitinerante
  • Trasporto bagagliono
  • Difficoltà3,5 piedini

Duma c’anduma prosegue i suoi trekking ed escursioni in Liguria per un appuntamento invernale in un contesto davvero esclusivo. Ci sposteremo ancora una volte nel Levante per quello che secondo noi è uno dei più bei sentieri e territori della Costa.

Stiamo parlando del Sentiero dell’Infinito, che va da Porto Venere a Riomaggiore, una delle Cinque Terre. Lambiremo infatti il Parco Nazionale per conoscere scorci e scogliere che nascondono borghi e paesaggi da cartolina. Lungo il sentiero scenderemo poi a Monesteroli, un piccolo borgo sul mare inserito tra i Luoghi del cuore del FAI. La discesa sarà via 1100 scalini che conducono giù a questo pittoresco borgo inserito tra costa rocciosa e vigneti.

E per non farci mancare nulla, visiteremo a piedi l’isola della Palmaria, spostandoci in battello.

Il Levante, rispetto al Ponente, è molto più roccioso e montagnoso. Celebre nell’immaginario collettivo è lo scorcio delle Cinque Terre, arroccate e posizionate su speroni rocciosi a picco sul mare. Ebbene, il nostro trekking sarà sulle creste che seguono parallele la costa, regalandoci scenari e tramonti da sogno.

Perché non perdere questo trekking in LIguria

Quante volte abbiamo sentito la frase “Solo questo vale tutto il viaggio“? Noi ti diamo ben più di un motivo per preparare lo zaino e venire con noi:

  • i tramonti di Portovenere
  • gli scorci dell'isola e della costa
  • i vigneti e le terrazze dello Sciacchetrà
  • l'ingresso alle Cinque Terre
  • la discesa a Monesteroli
  • la cena tipica davanti al mare
  • la vista dalla balconata della Nostra Signora di Montenero
  • le calette nascoste della Palmaria

Foto di viaggio

Quota: 75€

I nostri trekking sono pensati per piccoli gruppi da 8 a 15 persone. 

La quota include:
  • due guide ambientali escursionistiche per tutta la durata del viaggio
  • servizio di segreteria ed iscrizione al viaggio
La quota non include:
  • pranzi al sacco
  • trattamento di mezza pensione presso hotel in stanza doppia (80€)
  • spostamenti A/R in bus/treno/auto
  • eventuali tasse di soggiorno
  • extra di carattere personale
  • tutto quanto non indicato sotto la voce “comprende”

Programma giorno per giorno

GIORNO 1: Portovenere e Palmaria

Arriveremo a La Spezia in treno, per poi spostarci in bus alla cittadina di Porto Venere.

Da qui prenderemo il primo battello per andare alla Palmaria, l’isola più grande del Levante Ligure. Un posto tagliato fuori dal tempo, dove l’insediamento umano più grande arriva a contare a malapena una cinquantina di abitanti. Base di primaria importanza nella Seconda Guerra Mondiale: quel che rimane di quegli anni sono numerose fortificazioni, batterie e torri d’avvistamento.

Messo da parte il suo passato bellico, Palmaria è un’isola ricoperta di lecci e macchia mediterraneaantichi terrazzamenti e in una posizione privilegiata a livello panoramico e naturalistico. Hotspot di biodiversità, è percorsa da diversi sentieri escursionistici, che saranno il focus della nostra giornata.

Terminata la nostra escursione, torneremo in battello a Porto Venere ed il suo fronte colorato e pittoresco, per poi spostarci verso Le Grazie, dove potremo riposarci in struttura e successivamente a cena.

Dislivello (m): 450
Sviluppo (Km): 10 circa
Ore di cammino: 4/5
Difficoltà: 2 piedini

GIORNO 2: il Sentiero dell'Infinito e Monesteroli

Dopo la colazione, ci metteremo lo zaino in spalla per risalire sopra Le Grazie e da qui imboccare il Sentiero dell’Infinito

Un sentiero a picco sul mare, considerato a buona ragione uno dei più belli e suggestivi d’Italia. Da qui, la vista corre dalla Palmaria fino al Ponente, e cammineremo in boschi di leccio e terrazzamenti punteggiati da uliveti e vigneti, ma senza perdere mai di vista il mare.

Scogliere calcaree, borghi pittoreschi con colori pastello che hanno ispirato scrittori ed in tempi più recenti anche registi. Faremo tappa a Campiglia, un luogo fuori dal tempo in una posizione molto fortunata dal punto di vista paesaggistico. Oggi, l’attività principale del borgo è la coltivazione della vite, da cui si ricava uno dei vini più famosi, lo Sciacchetrà, e il borgo è circondato da pittoreschi terrazzamenti che degradano verso il mare.

A circa metà strada scenderemo poi a Monesteroli lungo la scalinata che ci porterà attraverso i vigneti ad un pittoresco borghetto sul mare. L’impegnativa discesa sarà ricompensata da una sosta per godere della tranquillità che si respira sulla spiaggia di Fossola, curioso borgo con una splendida chiesetta che troveremo sulla via del ritorno.

Obiettivo della giornata sarà una delle Cinque Terre: Riomaggiore. Di giorno sembra una fiaba tra i colori delle barche tipiche e delle acque cristalline, al tramonto diventa un sogno e la sera, quando si accendono le luci, si trasforma in una piccola bomboniera.

Giunti a Riomaggiore, prenderemo il treno per tornare a Torino.

Dislivello (m): 920
Sviluppo (Km): 14 circa
Ore di cammino: 6/7 circa
Difficoltà: 4 piedini

La guide che cammineranno con te
Gabriele Ferreri
Gabriele Ferreri
Jacopo Pelullo - Guida Duma c'anduma
Jacopo Pelullo
1 persone sono interessate a questo evento!