(+39) 3934091729 info@dumacanduma.org

Login

Registrati

Crea il tuo account per prenotare le tue attività e interagire sul sito
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Codice fiscale*
Data di nascita*
Email*
Cellulare*
Nazionalità*
Indirizzo*
Acconsento al trattamento dei dati personali secondo la informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 D.lgs. 196/2003) (art. 13 GDPR 679/2016)
Per favore, accetta i termini e le condizioni per inviare il tuo messaggio.

Hai già un account?

Login

Il lago di Malciaussia in Val di Viù

0
Val di Viù
Quota 20€
ISCRIVITI
CHIEDI INFO
Nome e cognome*
Indirizzo email*
Chiedi informazioni*
Acconsento al trattamento dei dati personali secondo l'informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 D.lgs. 196/2003) (art. 13 GDPR 679/2016)
Per favore, accetta i termini e le condizioni per inviare il tuo messaggio.
Evento già passato!

Iscriviti

Aggiungi alla Lista dei Desideri

Per aggiungere un tour alla Lista dei Desideri devi creare un account

17017

Trekking Organizzati: il calendario 2024!

Trekking Organizzati in Italia e nel Mondo

Iscriviti alla Newsletter!

Il lago di Malciaussia in Val di Viù

0
  • Calendario
    9 luglio 2023
  • Destinazione
    Val di Viù
  • Gruppo
    Max 15 partecipanti

Al fondo della Val di Viù (la più meridionale delle valli di Lanzo) è incastonato tra le montagne uno dei laghi più famosi e pittoreschi della Città metropolitana di Torino.

Le Alpi Graie, che qui vedono anche la punta del Rocciamelone, fanno da cornice alle limpide acque del lago di Malciaussia. Luogo ideale per la frescura delle arie e delle acque, il verde dei prati rinvigoriti dalle piogge di maggio daranno il meglio in questo inizio d’estate.

Il Lago di Malciaussia nacque con la costruzione della diga negli anni ’20-’30 del Novecento, in seguito alla quale la frazione Malciaussia fu sommersa. Il curioso nome del lago deriva dal dialetto locale patois o dall’Arpitano “mal ciaussia“, che tradotto in italiano significa “mal calzati”, riferendosi molto probabilmente alla scarsa qualità delle calzature anticamente portate dai locali o dai magari, ovvero le persone che si occupano del bestiame sui pascoli. Non è difficile, qui sulle sponde del lago, avvistare avifauna o fauna selvatica in generale.

Lungo la strada troveremo anche Lago Falin, un verde ripiano isolato da tutto, con ampi panorami su tutte le punte della valle. Il lago si sta progressivamente interrando e lentamente diventerà una torbiera.

 

Difficoltà

 

Dislivello (m)

600

 

Sviluppo (Km)

13,5

 

Tempo di cammino (h)

5

 

Quota max (m)

1860 s.l.m.

 

Ritrovo

Ore 8.30 a Margone (da confermare), possibilità di viaggio condiviso da Torino

 

Tipologia di itinerario

semi anello

Pranzo

Al sacco con propri viveri

Abbigliamento

Scarponcini o scarpe da trekking, borraccia (piena), abbigliamento in relazione alla stagione e bastoncini.

Foto
1 persone sono interessate a questo evento!