(+39) 3934091729 info@dumacanduma.org

Login

Registrati

Crea il tuo account per prenotare le tue attività e interagire sul sito
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Codice fiscale*
Data di nascita*
Email*
Cellulare*
Nazionalità*
Indirizzo*
Acconsento al trattamento dei dati personali secondo la informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 D.lgs. 196/2003) (art. 13 GDPR 679/2016)
Per favore, accetta i termini e le condizioni per inviare il tuo messaggio.

Hai già un account?

Login
(+39) 3934091729 info@dumacanduma.org

Login

Registrati

Crea il tuo account per prenotare le tue attività e interagire sul sito
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Codice fiscale*
Data di nascita*
Email*
Cellulare*
Nazionalità*
Indirizzo*
Acconsento al trattamento dei dati personali secondo la informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 D.lgs. 196/2003) (art. 13 GDPR 679/2016)
Per favore, accetta i termini e le condizioni per inviare il tuo messaggio.

Hai già un account?

Login

Il Cammino di San Nilo in Cilento: dai monti al mare

(2 opinioni)
CONFERMATO
Quota 880€830€
Prenotazione
Chiedi informazioni:
Nome e cognome*
Indirizzo email*
Chiedi informazioni*
Acconsento al trattamento dei dati personali secondo l'informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 D.lgs. 196/2003) (art. 13 GDPR 679/2016)
Per favore, accetta i termini e le condizioni per inviare il tuo messaggio.
Evento già passato!

Prenota

Aggiungi alla Lista dei Desideri

Per aggiungere un tour alla Lista dei Desideri devi creare un account

2632

Rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Il Cammino di San Nilo in Cilento: dai monti al mare

(2 opinioni)
  • Calendario
    dal 16 al 24 aprile 2022
  • Destinazione
    Campania
  • Gruppo
    Max 12 persone

ISCRIVITI ENTRO IL 10 GENNAIO 2022

E usufruisci di uno sconto di 50€ sulla quota di viaggio.

Il «Cammino di San Nilo» nel cuore Cilento italogreco è un itinerario di circa 110 km, suddiviso in 7 tappe. Parte dal comune di Sapri e si snoda nel Basso Cilento fino ad arrivare a Palinuro, nel comune di Centola, attraversando 14 attraenti borghi immersi nella natura del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

Il percorso si snoda tra i boschi di faggio della montagna e i lecci e gli ulivi della macchia mediterranea, in mezzo ai quali emergono gli abitati medievali.

Il Cammino di San Nilo ricalca il percorso che portò il giovane Nicola, nativo di Rossano Calabro, a vestire l’abito monastico e ricevere il nome di “Nilo” a San Nazario – attualmente frazione del comune di San Mauro la Bruca – dove realizzò la sua vocazione monastica.

La riscoperta di questo pellegrinaggio vuol conseguire il recupero di antichi sentieri, attraverso i quali i monaci italogreci segnarono della propria presenza e della propria azione un ampio e ricco territorio. Tuttavia, data la scarsità delle fonti, non sempre è facile una tale ricostruzione, condizionata anche dalle trasformazioni che questi luoghi hanno subìto lungo oltre mille anni di storia.

 

Difficoltà

 

Sviluppo (Km)

96 km

 

Giorni di cammino

7

 

Partenza

Torraca

 

Tipologia di itinerario

ad anello

Mangiare lungo il Cammino di San Nilo

Non è un caso che il concetto di Dieta Mediterranea sia nata proprio in Cilento tanto che il Comitato intergovernativo dell’UNESCO ha ufficialmente sancito il 16 novembre 2010, a Nairobi, l’inserimento della Dieta Mediterranea nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità.

Ancora oggi, l’alimentazione ricalca gli usi alimentari del mezzogiorno di un tempo!

Dormire lungo il Cammino

Le sistemazioni durante il nostro cammino in Cilento sono agriturismi e B&B semplici e accoglienti. Le camere sono doppie e triple con bagno in camera.

La quota include:
  • guida ambientale escursionistica per tutta la durata del viaggio
  • servizio di segreteria ed iscrizione al viaggio
  • il trattamento di mezza pensione in agriturismi, b&b e piccoli hotel
  • la sistemazione in camere doppie, triple, quadruple (fino a disponibilità)
  • due trasferimenti privati
  • assicurazione medico/bagaglio
La quota non include:
  • il viaggio a/r per e da Sapri
  • pranzi al sacco
  • eventuali tasse di soggiorno 
  • assicurazione per annullamento viaggio (stipulabile entro 1 mese prima della partenza)
  • extra di carattere personale
  • tutto quanto non indicato sotto la voce “comprende”
Foto
Programma giorno per giorno

GIORNO 1: arrivo a Sapri

Arrivo a Sapri, trasferimento privato a Torraca e sistemazione in agriturismo.

GIORNO 2: da Torraca a Casaletto Spartano (20 km)

Partendo dalla contrada del Comune di Torraca chiamata San Fantino, proprio a ridosso della baia di Sapri; qui si trovano i resti di una chiesetta intitolata al Santo monaco, vissuto nel Mercùrion e maestro di San Nilo da Rossano. Il golfo di Policastro può a giusta ragione essere considerata la parte estrema della regione del Mercùrion, rifugio di autorevoli figure del monachesimo italogreco.

È la tappa col dislivello generale più elevato, ed è faticosa soprattutto nella prima e più lunga salita che porta all’altitudine massima di 814 m.

In compenso il panorama di cui si può godere è straordinario, come straordinario è il paesaggio che attraversa Le Caselle di Tortorella, per poi arrivare nella frazione di Battaglia.

Prima di raggiungere il centro di Casaletto, il Cammino di San Nilo raggiunge la suggestiva località dei «Capelli di Venere», un gioiello del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

Sviluppo (Km): 20 – Dislivello in salita (m): 1147 – Dislivello in discesa (m): 1147

GIORNO 3: da Casaletto Spartano a Morigerati (12 km)

Questa tappa parte dal borgo di Casaletto e permette di arrivare nel vicino borgo di Tortorella. Qui è possibile visitare il bellissimo borgo e poi scendere verso il Rio Gerdenaso, affluente del Bussentino, per poi inoltrarsi nella foresta del Farneto. Un ponte medievale, ancora ben conservato, segna l’ultimo tratto che porta nella piazza principale di Morigerati.

Sviluppo (Km): 12 – Dislivello in salita (m): 774 – Dislivello in discesa (m): 903

GIORNO 4: da Morigerati a Caselle in Pittari (9 km)

La quarta tappa sul Cammino di San Nilo ha una lunghezza di 9 km e il percorso parte dal borgo di Morigerati per arrivare al  centro di Caselle in Pittari. Si inizia con un percorso in discesa di 1km che porta all’Oasi WWF, per poi risalire verso la grotta di San Michele con un dislivello in ascesa di circa 600 m. Lo scenario che si apre ai viaggiatori dall’alto del Monte Pittari è semplicemente fantastico e suggestiva diventa la visita alla grotta di San Michele.

Sviluppo (Km): 9 – Dislivello in salita (m): 472 – Dislivello in discesa (m): 321

GIORNO 5: da Caselle in Pittari a Rofrano (17 km)

La quinta tappa del Cammino di San Nilo collega Caselle in Pittari col borgo di Rofrano, e ripercorre il tracciato che i pellegrini da sempre seguono per raggiungere il Monte Sacro. Il percorso è lungo 17,3 km ed attraversa il fitto bosco del monte Centaurino per un dislivello generale di 1230 m circa.

Sviluppo (Km): 17 – Dislivello in salita (m): 482 – Dislivello in discesa (m): 470

GIORNO 6: da Rofrano a Montano Antilia (15 km)

La sesta tappa del Cammino di San Nilo è lunga 15,8 km: si parte da Rofrano per attraversare il garbato centro abitato di Laurito, con dimore signorili e un’urbanistica ancora abbastanza integra, e quindi arrivare a Montano Antilia.

Una volta a Laurito si consiglia di visitare la chiesa di San Filippo d’Agira, con affreschi rinascimentali che ricordano le origini italogreche del culto sviluppato intorno al Santo siciliano.

Sviluppo (Km): 15 – Dislivello in salita (m): 548 – Dislivello in discesa (m): 293

GIORNO 7: da Montano Antillia a San Nazario (12 km)

La settima tappa del Cammino di San Nilo prevede l’arrivo al luogo dove sorse il monastero di San Nazario, che accolse San Nilo da Rossano per essere tonsurato.

Abbandonata la montagna, la discesa da Montano Antilia tra gli uliveti è agevole e il percorso si immerge nuovamente nella macchia mediterranea, che nella frazione di Massicelle tocca quota 250 m.

La suggestiva sosta all’Abbazia italogreca di Santa Cecilia, al di sotto del borgo di Castinatelli, introduce alla parte finale del cammino e segna il momento più «ascetico» di tutto il percorso.

Sviluppo (Km): 12 – Dislivello in salita (m): 499 – Dislivello in discesa (m): 823

GIORNO 8: da San Nazario a Palinuro (13 km)

La meta del Cammino di San Nilo nel Cilento bizantino è San Mauro la Bruca, ma non la fine del viaggio. Il Cammino, infatti, prosegue seguendo il corso del fiume Lambro che da San Mauro la Bruca arriva a Palinuro con un percorso di 13,5 km. È una passeggiata rilassante verso  il mare e la costa, che simboleggia la speranza del pellegrino dopo giorni di sacrificio per raggiungere la meta.

Sviluppo (Km): 13 – Dislivello in salita (m): 94 – Dislivello in discesa (m): 110

GIORNO 9: partenza da Palinuro

Trasferimento privato in stazione a Palinuro, saluti ed arrivederci al prossimo viaggio.

DOMANDE?

Posso iscrivermi anche io?

Certo, le nostre escursioni sono aperte a tutti purché camminatori in buona forma e salute.

Come faccio a capire se l'escursione fa al caso mio?

Prima di iscriverti ti consigliamo di leggere il nostro regolamento e la scala di difficoltà.

Come mai non trovo le informazioni per il ritrovo?

Perché il punto e l’orario di ritrovo vengono comunicati ai soli partecipanti all’escursione alla chiusura delle iscrizione.

Quando si chiudono le iscrizioni?

Le iscrizioni si chiudono entro le 18 di venerdì per le escursioni della domenica e entro le 18 del giovedì per le escursioni del sabato o al raggiungimento del numero max di partecipanti;

Cosa succede se disdico?

Eventuali disdette pervenute oltre le ore 18 di venerdì per le escursioni della domenica o oltre le ore 18 di giovedì per le escursioni del sabato, comporteranno comunque il pagamento dell’intera quota.

Ho ancora qualche dubbio...

Per qualsiasi dubbio ti invitiamo a leggere le risposte alle domande che spesso ci vengono fatte.

2 opinioni
Ordina per:PunteggioData

Rosi C.

Camminatore/camminatrice individuale

Cammino di San Nilo 16-24/4/22

Il Cilento per me è stata una vera e propria sorpresa. Non mi aspettavo così tanto verde e acqua. Sei immerso nella vegetazione, boschi o macchia mediterranea, salite e discese repentine, borghi medievali, panorami che in alcuni punti arrivano al mare. Indimenticabili l’Oasi Cascate Capelli di Venere e le Grotte del Bussento, mi hanno lasciato veramente a bocca aperta per la bellezza indescrivibile!
L’accoglienza dei referenti e dove pernottavamo è stata ottima, come sempre ho apprezzato alla grande la cucina tipica, a volte veramente ricca di portate, ma non si può perdere simili occasioni!

Agosto 16, 2022

Claudio B.

Camminatore/camminatrice individuale

Più volte rimandato sono finalmente riuscito ad effettuare questo bel trekking in Cilento.

La presenza della guida Gabriele è una sicurezza. Come al solito ha saputo dosare alla perfezione posti di interesse storico, naturalistico e culinario.

Agosto 16, 2022
1 persone sono interessate a questo evento!