Di tutto un po’…

Video, articoli, foto e libri. In poche parole il nostro blog!

Il pian dell’Orso è un dolce pascolo erboso al confine tra la Val Sangone e la Val di Susa. E’ caratterizzato dall’antica cappella della Trasfigurazione del 1814 e da un panorama mozzafiato su tutta la Valle. Lo raggiungeremo su meravigliosi e panoramici sentieri del versante sinistro della Val Sangonetto con un percorso ad anello di notevole interesse dal punto di vista naturalistico, geologico e storico. In queste zone di accesso al Parco naturale dell’Orsiera Rocciavrè è facile incontrare tracce dei più

All’estremo limite occidentale della terra d’Italia, in fondo alla Vallée Etroite su Bardonecchia, là ove essa si interna nel centro dei Monti Savoiardi, s’innalza iI Monte Tabor, a 3175 metri sul livello del mare. La salita di questa vetta non è una di quelle ascensioni, le quali danno all’alpinista il diritto di sedere fra gli eletti della montagna, mettendolo però prima nel continuo pericolo di andarne difilato a raggiungere i suoi avi in paradiso, ma è invece una modesta escursione,

Nel Medioevo il Rocciamelone era considerata la montagna più alta delle Alpi. La prima salita risale al 1 settembre del 1358 ad opera di Rotario d’Asti allo scopo di suggellare un voto e porre un trittico bronzeo sulla vetta. Con i suoi 3538 metri è la montagna più alta della Val Susa, immediatamente riconoscibile da ogni parte di Torino. Una pagina aperta che termina con una punta aguzza che tocca il cielo. Si parte a piedi dalla Riposa, località alla fine della lunga strada