DUMA C'ANDUMA

1000 km a piedi contro il neuroblastoma

1000 km a piedi contro il neuroblastoma

Qualche giorno fa, ho incontrato Mikhael e Victor.
Partiti a piedi da Lodi in direzione Parigi stanno raccogliendo fondi contro il neuroblastoma.

Visto che stavano passando in Valle di Susa ho percorso con loro un po’ di strada e questo video, che ho realizzato per raccontare un po’ quella giornata e la loro storia, spero possa aiutarli nel raggiungere l’obiettivo che si sono prefissati.

Quella che sto per raccontarvi è la storia di Mikhael e del suo bracco Victor.
Il 16 dicembre, a piedi, sono partiti da Lodi con l’obiettivo di percorrere 1000 km in direzione Parigi per raccogliere fondi in favore della ricerca contro il neuroblastoma: un brutto tumore infantile!

Approfittando di una domenica libera, decido di raggiungerli in stazione a Sant’Antonino di Susa dove Mikhael mi ha detto che avrebbe trascorso la notte.
Mentre mi dirigo all’appuntamento, sono già 1000 le domande che mi affollano la testa e così, essendomi sembrato Mikhael, una persona estremamente buona ma anche una persona altrettanto riservata, mi auguro che le mie domande oltre a essere troppe, non siano anche di troppo.

Arrivo in stazione qualche minuto prima e vedo Mikhael e Victor dormire al freddo e al gelo ma nonostante questo, appena suona la sveglia, Mikhael esce dal sacco al pelo in maniche corte e pantaloncini con una disinvoltura olimpionica che io non trovo nemmeno alzandomi dal letto di casa.

Dopo aver fatto colazione per scaldarci un po’, ci mettiamo in cammino verso Susa da dove io farò ritorno verso casa e da dove, Mikhael e Victor proseguiranno fino a Chiomonte.

Man mano che andiamo avanti capisco che, oltre lo zaino da 70 litri, il carrettino da 70 kg, le tappe giornaliere da 30/40 km e la scelta di fare tutto questo in maniche corte e pantaloncini, Mikhael ha il suo bel da fare con Victor che non sempre vuole stare seduto per bene.

Mentre proseguiamo mi accorgo di come siano molte le persone incuriosite da Mikhael e Victor e qualcuna si ferma, proprio come ho fatto io, per fare due chiacchiere.

Dopo aver scoperto che Mikhael ha 23 anni e sta studiando per diventare fisioterapista, mi faccio raccontare le sue precedenti esperienze di viaggio a piedi per le quali è sempre partito da Lodi e gli chiedo come mai, questa volta, abbia deciso di partire in inverno.
Da due anni, ormai, Mikhael, ex-freddoloso, si sta allenando a sopportare il freddo tant’è che a casa sua il riscaldamento è sempre spento e l’acqua calda non esiste. Un modo per mettersi alla prova ma anche, citandomi una frase di Madre Teresa di Calcutta, un modo per eliminare il superfluo e vivere solo con ciò che è necessario.

Giunti ormai a pochi km da Susa, approfittiamo di un panettone che qualcuno gli ha donato per festeggiare insieme il Natale in arrivo e gli chiedo come mai ha deciso di sostenere la ricerca contro il neuroblastoma dicendomi di farlo per aiutare un’associazione fondata da un suo amico.

A questo punto sono molte le cose che ancora vorrei raccontarvi di questa giornata, ma visto che io Mikhael e Victor abbiamo spesso camminato in silenzio, è proprio così che voglio condividere con voi questi ultimi km. Perché mi piace pensare che tra le persone vi siano ancora spazi di riservatezza che non si devono per forza svelare, perché è nel silenzio che ho trovato la forza del cammino di Mikhael e perché so che troverete da soli il modo per sostenerli.

Seguite il viaggio sulla pagina Facebook:
https://www.facebook.com/mikhael.victor1000/

Sostenete il viaggio anche voi:
https://www.retedeldono.it/it/iniziative/una-onlus/mikhael.bellanza/1000km-a-piedi-contro-il-neuroblastoma

___
DUMA C’ANDUMA – Trekking e Viaggi a Piedi
www.dumacanduma.org

Facebook: https://facebook.com/dumacanduma
Instagram: https://www.instagram.com/dumacanduma
Twitter: https://twitter.com/dumacanduma

DUMA C’ANDUMA fa parte di:
www.trekkilandia.it

Guida Ambientale Escursionistica

Alpinista di fondovalle. Marinaio di terraferma. Trekking e Viaggi a Piedi. Seguimi anche su www.trekkilandia.it

Lascia un commento