DUMA C'ANDUMA

Il Monte Rocciamelone - 3538 m

Il Monte Rocciamelone – 3538 m

Nel Medioevo il Rocciamelone era considerata la montagna più alta delle Alpi.
La prima salita risale al 1 settembre del 1358 ad opera di Rotario d’Asti allo scopo di suggellare un voto e porre un trittico bronzeo sulla vetta.
Con i suoi 3538 metri è la montagna più alta della Val Susa, immediatamente riconoscibile da ogni parte di Torino.
Una pagina aperta che termina con una punta aguzza che tocca il cielo.
Si parte a piedi dalla Riposa, località alla fine della lunga strada che si imbocca da Mompantero. Da qui si vede già la mole del Rocciamelone con i suoi contrafforti e per pratoni si segue il sentiero ben evidente fino al rifugio Ca d’Asti. Alla vetta mancano gli ultimi 800 metri di dislivello, si entra nel regno delle alte quote e si abbandonano i prati con i fili d’erba e si passa a sfasciumi rocciosi.
Il percorso è sempre evidente e ben indicato, dapprima si cammina su un lungo traverso poi con percorso a zig zag fino all’ultimo tratto, dove agevolati da un grosso canapone si giunge alla cima.

Sulla vetta oltre alla statua della Madonna troviamo un confortevole bivacco e il panorama, senza banalità, è davvero da togliere il fiato.
___
DUMA C’ANDUMA – Trekking e Viaggi a Piedi
www.dumacanduma.org

Facebook: https://facebook.com/dumacanduma
Instagram: https://www.instagram.com/dumacanduma
Twitter: https://twitter.com/dumacanduma

DUMA C’ANDUMA fa parte di:
www.trekkilandia.it

Guida Ambientale Escursionistica

Alpinista di fondovalle. Marinaio di terraferma. Trekking e Viaggi a Piedi. Seguimi anche su www.trekkilandia.it

Lascia un commento